Come inserire un link Click-to-Chat di Whataspp nel tuo sito web.

Come inserire un link Click-to-Chat di Whataspp nel tuo sito web.

Quanto sarebbe bello se potessimo, con un click sul sito web, aprire una chat Whatsapp col Direttore Commerciale di un’azienda? Quanto sarebbe comodo per gli utenti poter scrivere un messaggio Whatsapp al servizio di assistenza della nostra azienda? Se tutto questo fosse possibile da pc, telefono e tablet con un formato standard, non sarebbe fantastico?

La risposta a tutto questo c’è e si chiama Click-to-Chat di Whatsapp.

In pratica, è uno standard che da qualche tempo ci consente di poter venire incontro alle esigenze degli utenti, che trovano più semplice e pratico inviare un messaggio Whatsapp piuttosto che una email.

Come funziona

Per creare il tuo collegamento,

utilizza
https://api.whatsapp.com/send?phone=393293333333
seguito dal tuo numero di telefono nel formato internazionale;
nell’esempio: 393293333333, dove 39 è il prefisso per l’Italia.

Inoltre, è possibile specificare un testo di default in modo che all’aprirsi della finestra di Whatsapp, il testo in questione sia già predigitato:

https://api.whatsapp.com/send?phone=393293333333&text=Salve,%20vorrei%20qualche%20informazione%20in%20merito%20ai%20vostri%20prodotti.

Per fare un esempio pratico, per inserire il nostro link Click-to-Chat nel tuo sito:

<a href="https://api.whatsapp.com/send?phone=393293333333&text=Salve,%20vorrei%20qualche%20informazione%20in%20merito%20ai%20vostri%20prodotti." alt="Scrivici con Whatsapp al 329.3333333">Scrivici con Whatsapp al 329.3333333</a>

Nella pagina, quindi, apparirà un link simile a questo (stile e icona devi metterceli tu):

Link Whatsapp Chat

Compatibilità

Il link Click-to-Chat è compatibile con tutti gli smartphone e, grazie a Whatsapp Web, anche con tutti i PC. Le novità offerteci da Whatsapp creano di fatto uno standard nell’invio di messaggi Whatsapp da browser. Purtroppo, nella versione desktop (PC) non tutti i browser sembrano accettare lo standard di fatto per aprire Whatsapp Web.

In particolare, abbiamo provato la funzione Click-to-Chat sui principali browser:

  • Google Chrome
  • Mozilla Firefox
  • Opera Browser
  • Internet Explorer
  • Edge

Ne è uscito che tutti i browser, persino Internet Explorer da sempre considerato uno dei browser più obsoleti dell’internet, hanno implementato questa funzionalità, ad eccezione di Firefox che, per qualche oscuro motivo, sembra aver scelto di supportare lo standard solo nella versione mobile... e di voler rimanere indietro nella corsa al progresso tecnologico.

Ma quindi Click-to-Chat di Whatsapp è una rivoluzione?

La risposta è “ni”.

Qualche tempo fa Whatsapp, intercettando le necessità dei suoi utenti, ha lanciato finalmente il servizio Whatsapp Web. Questo servizio ha rappresentato, e rappresenta ancora oggi, un grande passo in avanti in termini di portabilità e di comodità d’uso della app.

In sostanza, il cambiamento è stato più che altro per chi, passando tante ore al giorno al pc, sentiva tutta la scomodità di dover utilizzare un altro device per comunicare.

Questa novità, inoltre, ha soffiato sul web un vento di cambiamento ad alta velocità, al punto che il potenziale di Whatsapp Web è stato ulteriormente sfruttato per creare Click-to-Chat: il rivoluzionario sistema che permette, con un semplice click, di poter aprire una finestra di Whatsapp come descritto nella prima parte dell’articolo.

Inoltre, Click-to-Chat è una rivoluzione anche per chi sviluppa siti internet: infatti, prima di questo sistema ne esisteva un altro che funzionava però solamente sugli smartphone Android.

Gli sviluppatori, quindi, non volendo far comparire nei siti web pulsanti inutili e potenzialmente ingannevoli per gli utenti, dovevano necessariamente controllare da quale device veniva consultato il sito web e, nel caso di un device Android, mostrare il pulsante, altrimenti nasconderlo.

Ma come si faceva prima di Click-to-Chat?

Prima di Click-to-Chat, veniva sfruttata una peculiarità di Android per la quale, una app con un elemento di tipo <intent-filter> scritto ad hoc nel file Manifest, permetteva di lanciare la app direttamente dal browser di Android.

Proviamo a chiarire il concetto con un esempio:

Supponiamo che lo sviluppatore dell’app “ProvApp” abbia scritto nel file Manifest della sua app il seguente codice

<intent-filter>
    <data android:scheme="provapp" />
    <action android:name="android.intent.action.VIEW" />
    <category android:name="android.intent.category.DEFAULT" />
    <category android:name="android.intent.category.BROWSABLE" />
</intent-filter>

altri sviluppatori potranno richiamare l’app “ProvApp” da browser semplicemente inserendo un link del tipo

<a href="provapp://actionparameters">Lancia ProvApp</a>

il click su questo link da parte dell’utente, faceva sì che si attivasse un processo in Android che, avendo ProvApp installata nel sistema, la lanciava secondo l’azione proposta da action e con i parametri proposti da parameters.

Nello specifico di Whatsapp, avendo la sezione nel suo file Manifest, poteva essere lanciata da dispositivi Android con un link del tipo:

<a href="whatsapp://send/?phone=393333333333&text=Salve,%20vorrei%20qualche%20informazione%20in%20merito%20ai%20vostri%20prodotti." class="button button--simple button--primary">Scrivici con Whatsapp</a>

dove l’action è “send” ed i parameters sono “phone” e “text”.

Tirando le somme, quindi, Click-to-Chat è un bel passo in avanti in quanto estende la funzionalità anche ai dispositivi Apple e Windows Phone ma, soprattutto, con l’avvento di Whatsapp Web rende sensato mostrare il pulsante anche nelle versione desktop dei siti web. Rimaniamo, tuttavia, in trepidante attesa della compatibilità su Firefox, sperando che presto si dia una svegliata e si renda conto che siamo nel XXI secolo ed il progresso corre inesorabile.

di laratro
30 Ottobre, 2017

« Torna all'Archivio

Argomenti